Sicurezza in cucina

Nel 2008 è stato emanato il D.lgs. n.81 contenente il “Testo unico sulla sicurezza sul lavoro“. La gestione sulla sicurezza deve basarsi su criteri preventivi e permanenti e interessa tutti i reparti, il suo scopo è quello di migliorare le condizioni di lavoro e di ridurre i rischi di infortuni.  Nel nuovo decreto del 2008 viene dato prevalentemente al datore di lavoro l’obbligo della sicurezza, ma vengono responsabilizzati anche tutti i lavoratori. Vengono introdotte nuove figure:

  • responsabile del servizio di prevenzione e protezione;sicurezza-lavoro
  • rappresentante dei lavoratori per la sicurezza;
  • medico competente;
  • addetto al primo soccorso;
  • addetto all’antincendio;
  • addetto all’evacuazione.
Il datore di lavoro

Il datore di lavoro deve:

  • garantire un ambiente di lavoro sicuro;
  • dotare la struttura con l’apposita segnaletica di sicurezza;
  • predisporre esclusivamente macchinari dotati di dispositivi di sicurezza conformi alla normativa vigente.

Inoltre il datore di lavoro deve organizzare appositi corsi di formazione e addestramento per i lavoratori, e dotare i dipendenti dei dispositivi di protezione individuale (DPI), es. scarpe antiscivolo.

I lavoratori

Per legge tutti i lavoratori sono obbligati ad adottare le misure necessarie per la loro sicurezza, seguendo tutte le indicazioni date dai soggetti preposti alla protezione. In particolare devono:

  • seguire i corsi di formazione;
  • utilizzare  i DPI;
  • utilizzare le attrezzature in modo consono e adeguato;
  • sottoporsi ai controlli medici;
  • mettere a conoscenza gli altri su eventuali situazioni di pericolo.
print