Filiera alimentare

La filiera alimentare è il percorso che un alimento subisce dalla fase di produzione/raccolta (o macellazione) fino alla consumazione da parte del cliente finale.

RINTRACCIABILITA’

È l’insieme delle informazioni che permettono di individuare le responsabilità nelle singole fasi, di risalire alle cause di non conformità e permettere il ritiro dal mercato di questi prodotti; la finalità principale è di fornire informazioni agli enti responsabili per eventuali interventi nel caso di anomalie negli alimenti.

Senza-titolo-1

TRACCIABILITA’

Il significato è simile a quello di rintracciabilità, la tracciabilità è un sistema che serve per tenere traccia di tutti gli elementi in ingresso che vanno a costituire un prodotto; la finalità principale è di fornire informazioni al cliente.

Senza-titolo-2

FILIERA CORTA

km0

 

Produzione agricola → Consumo

 

FILIERA LUNGA

Produzione agricola → Lavorazione industriale → Commercializzazione → Centrali di acquisto → GDO → Consumofiliera agroalimentare

Alterazioni Alimentari

Per alterazione si intende la trasformazione dell’alimento nelle sue caratteristiche fisiche, chimiche e/o biologiche; esse possono essere sia positive che negative e vengono classificate in spontanee, volontarie e fraudolente

Alterazioni Spontanee

In tutti gli alimenti avvengono alterazioni spontanee sia chimiche che fisiche, se la conservazione è corretta esse si verificano più lentamente; le cause delle alterazioni possono essere microbiologiche oppure chimiche.

Esempio: latte inacidito

alterazione latte

Alterazioni Volontarie

Sono trattamenti tecnologici chimici, fisici o biologici; essi possono avere due scopi:

  • migliorare la conservabilità e/o la qualità degli alimenti
  • ingannare il consumatore (frodi alimentari)
print