Piramide Alimentare Toscana

Ricercatori e scienziati hanno selezionato alcuni prodotti in base alle loro caratteristiche organolettiche, alla loro varietà e stagionalità, alla vicinanza tra il luogo di produzione e quello di consumo in modo da preferire cibi più freschi e più sani.

La Piramide alimentare toscana, ci propone 70 prodotti, di cui 65 appartengono alla tradizione toscana; un appropriato consumo di acqua, insieme ad una costante attività fisica. La PAT suggerisce pochi ma importanti indicazioni: consumare tutti gli alimenti con una frequenza diversificata: più spesso i gruppi alimentari posti in basso nella piramide, più raramente quelli in alto e alla base di tutto molta attività fisica.

Caratteristiche:

  • Consumare frutta e verdura in quantità (fare attenzione alla frutta più zuccherina, come fichi, uva e banane), più volte nel corso della giornata, e contemporaneamente ridurre il consumo di carne;
  • I cereali integrali possono essere consumati in quasi tutti i pasti, ma occorre fare più attenzione per i prodotti da forno (es. crackers, grissini, fette biscottate);
  • Usare olio extravergine di oliva sia per condire che per cucinare, ovviamente con moderazione;
  • Consumare i legumi più volte alla settimana. La frutta secca in guscio può far parte delle abitudini quotidiane, arricchendo la prima colazione o gli spuntini;
  • È consigliabile consumare pesce azzurro almeno 2 volte a settimana, i prodotti sott’olio o affumicati sono meno consigliati, perchè molto salati. Molluschi e crostacei sono buone scelte, ma non devono sostituire il consumo dei pesci. La carne degli animali da cortile, soprattutto polli e tacchini, è da preferire rispetto a quella rossa;
  • Sono da consumare più saltuariamente: formaggi – in particolare quelli stagionati – uova e patate.
  • Contenere il consumo di carne rossa (cottura alla brace ed il fritto andrebbero limitate), salumi (sono da preferire quelli magri, come il prosciutto e la bresaola) e dolci (consumare questi prodotti poche volte a settimana, meglio se poco elaborati).

È consigliabile svolgere una leggera attività fisica tutti i giorni, ad esempio recarsi a scuola/lavoro o fare la spesa a piedi o in bicicletta, ed una o due volte la settimana almeno un’ora di attività più intensa.

Viene suggerito di bere circa due litri d’acqua al giorno, perché è questa la quantità di liquidi che quotidianamente eliminiamo.

print